WD RED - La morte in agguato

Scrivo questo post in quanto vorrei portare a conoscenza la WD della fragilità di questa serie di dischi.
Innanzitutto faccio presente che sono dischi utilizzati in un Nas Synology correttamente aerato e il cui uso è decisamente sporadico.
In meno di due anni sono al 3 hard disk Wd Red su un totale di 4 che presenta dei settori danneggiati.
Qualcuno potrebbe pensare che sia dovuto ad un uso intenso degli stessi, ma dopo 2000 ore (quello più fortunato) di accensione è semplicemente RIDICOLO.
Ho deciso di pagare di più per avere un prodotto CERTIFICATO per un utilizzo intenso e in 2 anni non ho neanche fatto un centesimo delle ore previste dal MTBF.
In tutta franchezza, la prossima volta mi affiderò a Seagate, meno costosa e forse anche più affidabile.

Ciao Alessandro,

Mi dispiace per l’accaduto e ti informo che sarai contattato a breve dal supporto Western Digital.

Salve,
sono stato effettivamente contattato dall’assistenza WD ma la risposta devo ammettere che non è stata molto gradita.
Da quello che ho compreso in sostanza uno dei dischi sostituiti in circa 2 anni è di tipo OEM che “gode” di garanzia dal venditore e non più dal produttore.
Ora mi chiedo se sia LEGALE che un rivenditore sostituisca in un caso un disco NUOVO con uno ricondizionato e in un altro caso con un altro OEM invalidando di fatto la garanzia standard del produttore.
In tutto questo vorrei quindi comprendere se un produttore famoso come Western Digital possa tollerare un simile comportamento.
Mi sembra palese che si stiano violando le regole base del codice del consumo in quanto io acquirente non deve averne un danno quando esercito il mio diritto di garanzia.
Ciò detto ad oggi ancora non mi è stato risposto perchè 3 dischi su 4 si sono rotti in meno di due anni con utilizzo medio di circa 1000 ore (quello che è durato di più ha 2300 ore e quello peggiore 14 ore).
Vi è un determinato numero di cicli di accensione/spegnimento che possono inficiare sulla durata dei dischi Wd Red? Qualora fosse questo il caso dove è scritta questa particolarità?
In 20 anni che sono nell’ambito informatico persino con dischi molto più economici non ho mai avuto simili problemi e sono stati trattati senza guanti bianchi.

Buongiorno Alessandro,

Mi spiace innanzitutto per ciò che si è verificato.

Non vorrei replicare quanto eventualmente ti è stato dall’assistenza, comunque non c’è un monte ore standard che può inficiare l’utilizzo del disco, ogni caso fa purtroppo a storia a sè.
Per ciò che concerne la questione OEM, in quanto Supporto Tecnico non possiamo dare ovviamente pareri legali, quello che ti posso dire è che dischi di questo tipo sono appunto venduti in origine alle case produttrici di hardware per essere incorporati nei loro prodotti e quindi anche nella garanzia di questi. Trovi maggiori informazioni qui. Non si tratta di per sè di prodotti diversi e meno affidabili ma ovviamente la garanzia deve essere a carico del rivenditore finale, se vengono venduti singolarmente.

Spero possa aver chiarito i tuoi dubbi.

Grazie

Buongiorno sumbaino,
i dischi in questione non sono stati comprati all’interno di un pc, ma sono prodotti retail presi da un rivenditore online.
Il disco originale godeva della garanzia presso il produttore, DOPO la sostituzione per guasto in garanzia mi è stato dato un disco del circuito OEM che chiaramente non gode della garanzia WD e soprattutto perde la valenza dei tre anni che invece è prevista dalla serie RED.
Parlando con il supporto tecnico è emerso che tale politica non è in alcun modo corretta in quanto il prodotto acquistato è stato pagato di più proprio perchè non del circuito OEM.
Spero di aver chiarito meglio la questione.
Per quanto riguarda l’affidabilità, leggendo anche sul forum Synology non risulta essere una casualità la concomitanza di rotture di dischi Wd Red e questo appunto indipendentemente dall’uso intensivo o meno.
In tutta franchezza con tre hard disk su quattro rotti in meno di due anni, risulta difficile credere nell’affidabilità di questa serie.
Mi spiace perchè il marchio è sempre stato da me riconosciuto come valido, ma non posso ogni sei mesi fare un backup su disco esterno con la paura che si rompano dei dischi certificati per 1 Milione di ore.

Buongiorno Alessandro e grazie del chiarimento,

La sostituzione di un disco retail con un OEM non è ovviamente corretta e, per quel che posso dirti io, hai tutto il diritto di richiedere un modello equivalente al rivenditore il quale, vendendo un OEM “sfuso”, deve farsi carico della sua garanzia.

Sull’affidabilità dei dischi Red, comprendo la tua mancanza di fiducia dopo questi sfortunati episodi ma posso assicurarti che si tratta di un modello tra i più venduti e apprezzati, sia come disco interno “semplice” che come equipaggiamento di NAS Western Digital e terze parti.

Mi auguro che tu possa quantomeno risolvere questa questione con il rivenditore.

Grazie

Buongiorno sumbaino,
ho ricevuto una mail dal rivenditore online il quale sostiene che debba essere WD a farsi carico della garanzia nonostante loro abbiamo a suo tempo (meno di due anni fa) sostituito il mio disco del mercato Retail con uno di tipo OEM.
A questo punto vorrei comprendere se debba realmente rivolgermi ad un legale.
Ho comprato un disco nel mercato Retail e mi trovo con un disco sostituito (ora guasto) appartenente al mercato OEM che nè WD nè il rivenditore (a breve dirò il nome) vogliono sostituire nonostante la garanzia scadeva a marzo 2018 !!!

Buonasera Alessandro,

Il tuo caso verrà trasferito al Supporto e verrai contattato telefonicamente a breve.

Grazie

Purtroppo io ho avuto una storia simile, 4 hd wd red da 4gb in un server QNAP. Tutti e quattro rotti nel giro di tre anni, il primo unn anno dopo con un monte ore medio di 2000 ore. L’ultimo giusto ieri sera, uscito di garanzia qualche giorno prima. Non so che pensare.+